Lettera a cuore aperto alle piccole Partite IVA dal tuo amichevole consulente di marketing di quartiere.

Dai momenti di crisi si possono cogliere grandi opportunità.

Ma è proprio vero o ti devi solo rassegnare a chiudere bottega?

Prima che tu chiuda questa lettera catalogandola come la solita spazzatura del solito consulente di marketing tutta fuffa, concedimi una fiducia a tempo: ti chiedo appena 5 minuti, poi potrai decidere (o meno) di mandarmi a quel paese.

Lo scenario in cui viviamo oggi è catastrofico.

Non sono di certo io solo ad affermarlo: lo viviamo, lo sentiamo e lo percepiamo tutti quanti ormai.

Avrai sicuramente già sentito o letto di aforismi che accostano la parola crisi alla parola opportunità: dove c’è crisi, ci sono opportunità… o almeno così dicono.

Così ci hanno raccontato persone del calibro di John Fitzgerald Kennedy, Albert Einstein e Isabel Allende.

Una piccola Partita IVA come la tua dovrebbe cogliere le sfumature positive del momento, trovarne le opportunità, aprirsi a nuovi media, a nuovi “sistemi” per raggiungere e soddisfare i suoi clienti.

O almeno, questo è quello che, nel mondo delle favole, ogni piccola attività sul territorio italiano dovrebbe fare: rimboccarsi le maniche, cogliere le opportunità, reinventarsi.

È facile pronunciare queste parole per chi non è direttamente interessato… per chi non ha gli scarponi immersi nel fango, ma continua a viaggiare sulla sua bella automobile con autista.

Lascia che ti racconti la mia realtà.

La mia realtà è che solo in pochi, o forse pochissimi, potranno emergere da questa situazione, riuscendo a sopravvivere oggi per prosperare domani.

Ora, la mia etica mi impone di essere onesto e sincero con te: sicuramente con forza morale, voglia di rimetterti in gioco e nuovi modi creativi per continuare ad avere e servire i tuoi clienti, potrai fare moltissimo… ma ci sono alcune attività che, purtroppo, non hanno via di scampo.

Non esiste consulente di marketing o agenzia di comunicazione o guru che possano salvarle.

Non è un problema di opportunità… è un problema di mercato.

Ancora prima di questa ennesima crisi si stava delineando uno scenario planetario in cui solo poche multinazionali si sarebbero distribuite il 95% della ricchezza circolante.

Quello che è successo negli scorsi mesi non ha fatto altro che accelerare vertiginosamente qualcosa che comunque era inevitabile.

Queste multinazionali (e sono sicuro che sai esattamente di chi sto parlando) stanno rosicchiando tutte le quote di mercato esistenti e alle piccole Partite IVA rimangono solo le briciole… e ad alcune neanche quelle.

Ci sono le attività direttamente interessate che se ne sono accorte da tempo, e quelle indirettamente interessate (come i professionisti che elargiscono servizi che, al momento, sono stati relativamente intaccati) che se ne accorgeranno comunque nei prossimi mesi.

Ma quindi, qual è il senso di questa lettera?

No, non è mia intenzione metterti addosso più ansia di quella che già potresti avere.

Lo scenario che al momento abbiamo davanti non è dei migliori e questo aspetto di sicuro non potevo semplicemente ignorarlo.

In poche parole, ho voluto introdurti al mio lavoro senza però raccontarti favolette per convincerti che «hey, va tutto bene, se fai quello che ti dico e mi paghi profumatamente raggiungerai mille mila clienti».

Noi consulenti di marketing siamo visti già abbastanza male (di solito nella testa delle piccole Partite IVA siamo messi giusto uno scalino sotto Vanna Marchi), per questo non ho di certo intenzione di irretirti con promesse e speranze.

Oggi, più che promesse e speranze, servono azioni concrete volte ad un unico risultato: alzare quel maledetto fatturato di mese in mese e, ancora più importante, avere un margine che finalmente possa garantirti lo stile di vita che tanto desideri.

Questo è esattamente l’obiettivo del mio lavoro.

Le mie consulenze sono volte esclusivamente ad alzare il tuo giro d’affari, cercando di farti trovare nuovi clienti senza andare a spendere capitali che non ti puoi permettere (e che non permetterebbero al tuo margine di levitare).

Hai presente la borsetta di Mary Poppins?

Mary Poppins riesce a tirarci fuori letteralmente di tutto. Io faccio lo stesso ma con le piccole Partite IVA.

Non le trasformo in una borsetta, ma in una piccola scatola magica fabbrica clienti (e soldi).

Logo Lazy Consultant

Trovo il modo di farti marginare di più con investimenti ridicoli e in modalità pigra, ovvero facendoti raggiungere l’obiettivo compiendo meno sforzi possibile.

«Eccolo! Colto in fragrante! … come tutti i venditori di fumo adesso questo fa pure le magie.»

Ni. Mi sono giusto permesso una licenza poetica per colorire un pochino il mio servizio di consulenza… ma è veramente possibile, con pochi investimenti, riuscire comunque ad alzare sensibilmente il fatturato e il margine.

Non per tutti… più probabilmente solo per pochi.

Purtroppo questa è una “magia” che non si adatta a tutte le piccole Partite IVA.

Tornando seri e terra terra, come ti ho già preventivato, alcune piccole attività non hanno né le caratteristiche né il mercato per poter riemergere.

«Quindi non potrai aiutare ogni tipo di attività?»

No, non potrò farlo. Alcune purtroppo sono destinate a fallire.

Ci sono troppi fattori in gioco per poter stabilire a priori il successo o il fallimento di una piccola Partita IVA.

Vuoi sapere cosa sicuramente non farò per te?

Non ti consiglierò a prescindere ciò che va tuttora di moda, come farti un sito web o un e-commerce spendendo qualche migliaia di euro, fare qualche campagna di Facebook advertising senza avere una minima idea di come comunicare e cosa promuovere o altre diavolerie del genere, di solito consigliate da sedicenti agenzie di comunicazione e marketing, che fanno tutto un mapazzone condito da inglesismi buttati lì giusto per darsi un tono.

In generale, non ti farò fare niente di tutte quelle belle cose che fanno tanto figo, ma che non servono a niente senza una base solida di marketing.

Non ti farò nessun discorso su like, followers, commenti, condivisioni, visualizzazioni o altre amenità del genere (che in banca non mi risulta si possano depositare i mi piace e ritirare contanti).

Valuterò la tua attività in base alle mie conoscenze di marketing (che significa terra terra “fare soldi”) e ti aiuterò nell’ardua scalata al fatturato ad ogni costo... ma senza fregare nessuno.

Se tutti i tasselli del puzzle saranno presenti, allora sarà possibile metterli assieme nel migliore dei modi, riuscendo concretamente a trasformare la tua piccola attività in una scatola magica fabbrica clienti.

Ma come funzionerà questa mia valutazione?

Partiamo da un presupposto fon-da-men-ta-le: sarà del tutto gratuita!

Appurato questo, ecco come arriveremo a questa mia valutazione.

Ti spiego come andranno le cose.

Alla fine di questa lettera ti ho lasciato il numero del mio ufficio e la mia e-mail aziendale. Puoi contattarmi e richiedere un incontro con me quando vorrai.

Ci accorderemo sul giorno e l’ora e ci vedremo di persona.

In questo modo sarà più facile per entrambe le parti valutare al meglio tutte le opzioni.

Io valuterò la tua attività e tu valuterai me.

Preparati: ti farò moltissime domande e tu potrai farmene a tua volta… tutte quelle che vorrai. Ci studieremo e capiremo se sarà possibile la nostra convivenza.

Se io riterrò che la tua attività possa avere margini su cui poter lavorare seriamente per farti raggiungere nuovi clienti e soprattutto farti alzare i tuoi guadagni, allora (e solo allora) ti formulerò la mia proposta.

Non subirai manipolazioni in stile “venditore porta a porta”, nessuna intimidazione o giochetto per convincerti a darmi i tuoi soldi.

Ti dirò la brutale verità, senza raggiri o discorsi con poca sostanza.

Credo che questo sia quello che veramente meriti la tua piccola attività.

Se accetterai la mia proposta allora proseguiremo con la strategia di marketing che ti costruirò su misura per il tuo business.

Se invece, per qualsiasi motivo, non te la sentirai di proseguire con le mie consulenze, mi impegnerò comunque a lasciarti dei consigli fattibili e attuabili da subito per migliorare l’aspetto di comunicazione e vendita della tua attività.

Questi consigli (a titolo gratuito, perché dal nostro incontro voglio lasciarti comunque arricchito) saranno sempre focalizzati a farti trovare nuovi clienti. Starà poi a te decidere se e come metterli in pratica.

Che tu voglia farti seguire o meno, riceverai comunque qualcosa di importante e senza dover scucire un solo euro.

Lazy Consultant.

Richiedi un incontro ora.

Cliccando sul numero fisso entri in contatto con me direttamente con una chat su WhatsApp. Scrivimi al posto di chiamarmi: rispondo solo alle chiamate concordate in precedenza (sono spesso impegnato).

Questo è quello che io, Lazy Mix (magari di persona ti racconterò perché mi sono dato questo strano nomignolo), ho deciso di offrirti.

Al posto di speranze, illusioni e parolone da venditore, ti offro un approccio concreto alla tua attività volto al guadagno reale.

Spero tu possa aver apprezzato la mia franchezza.

Ora, se dopo tutto questo mio da fare non sono riuscito comunque a stuzzicare almeno un po’ la tua curiosità, puoi appallottolare virtualmente questa lettera e tornare alla tua quotidianità…

… ma, se percepisci che in qualche modo sono riuscito a toccare qualche tuo nervo scoperto (o semplicemente a suscitare la tua curiosità), ti invito a contattarmi subito attraverso i riferimenti che trovi immediatamente qui sopra.

Spero veramente di poterti conoscere ed instaurare una bella collaborazione proficua per entrambi.

Ora non mi rimane altro che farti un grande in bocca al lupo per la tua attività.

A presto… e stammi bene!

Firma Lazy Mix

Questo sito non fa parte del sito web Facebook o Facebook Inc. Inoltre, questo sito NON è approvato da Facebook in alcun modo. Facebook è un marchio di Facebook, Inc.